La Qu.A.S Cassa Assistenza Sanitaria Quadri, nasce nel 1989 in attuazione dei contratti nazionali collettivi del Terziario e del Turismo. L’iscrizione alla Cassa è prevista per tutti i dipendenti con qualifica di Quadro ai quali si applica il contratto del Terziario, della Distribuzione e dei Servizi stipulato da Confcommercio e Filcams CGIL, Fisascat CISL e  e Uiltucs UIL, e del Turismo stipulato da Federalberghi, Federreti, Fipe, Fiavet e Faita con Filcams CGIL, Fisascat CISL e Uiltucs UIL.

A chi si rivolge

Hanno diritto alle prestazioni sanitarie tutti i Quadri iscritti dipendenti del Commercio, Turismo e Servizi le quali risultano in regola con il versamento delle quote contributive.

Dal 1 Gennaio 2009 la copertura sanitaria è assicurata con un versamento contributivo annuo ammontante a 390 euro, di cui 50 euro a carico del dipendente.

A seguito del nuovo CCNL  sottoscritto  il 26 febbraio 2011 la contribuzione  è stata fissata, con effetto dal 1 giugno 2011, ai nuovi valori di €. 406,00, di cui €. 56 a  carico del dipendente.

L’importo versato è netto ed il tariffario nomenclatore, che cataloga le oltre 3000 voci di rimborso con le relative tariffe, garantisce piena libertà di cura.

L’iscritto ha piena libertà di cura; medico e luogo di cura non sono vincolanti.

Sono peraltro state stipulate dalla Cassa convenzioni con strutture sanitarie di ottimo livello dislocate su tutto il territorio nazionale, allo scopo di andare incontro alle esigenze del Quadro.

La Quas ha intrapreso negli anni un percorso di avvicinamento alla platea dei propri iscritti, fondato essenzialmente su una offerta di assistenza sanitaria sempre più moderna ed esaustiva.

La qualità dell’assistenza offerta è stata la carta vincente che ha assicurato alla Cassa un fluido trend di crescita nelle adesioni delle aziende e dei Quadri.

Il modello di assistenza sanitaria integrativa proposta dalla Quas è quella di una assistenza che, lungi dall’avere connotazione meramente rimborsuale, accompagna gli iscritti in un sereno percorso di salute.

A tal proposito meritano attenzione i vari pacchetti prevenzione attivati già dalla Cassa, in particolare alla prevenzione cardiovascolare, alla prevenzione delle patologie oncologiche genitali femminili e mammarie, alla prevenzione precontraccettiva, alla prevenzione menopausa e terapia sostitutiva ed alla prevenzione delle patologie oncologiche prostatiche.

Infine particolare menzione è data al pacchetto “ gravidanza sicura” previsto per le nostre assistite che, attraverso la semplificazione amministrativa per la richiesta dei rimborsi, mira a salvaguardare un percorso di gravidanza sereno.

Con i suoi oltre 71.000 quadri iscritti, più di 74.000 rimborsi annui erogati ed una destinazione delle risorse superiori all’80%, la Cassa riesce a fornire assistenza importante e complementare al Sistema Sanitario Nazionale.

Per ulteriori informazioni www.quas.it